Menu

Podere Sacchirotti: la storia

Prendi un nonno con la passione per la coltivazione dell’olivo, prendi un nipote che con il nonno ha condiviso questa passione antica e passati anni e anni il nipote, nonno a sua volta realizza il sogno inseguito per una vita: avere un podere e coltivare olivi
thumbnail
E’la storia di due Orfeo Livo, il primo non c’è più, ma il secondo, con l’aiuto e la passione condivisa della moglie Sandra, ha trasformato una vecchia porcilaia in un magnifico casale toscano circondato da quasi 900 piante di olivo, distribuite su tre ettari.
La signora Sandra, rimpianta insegnante a Bolgheri, è una affabulatrice di prim’ordine e per certi versi la portavoce di famiglia. Da lei torneremo per farci raccontare come è nato il fenomeno Bolgheri, visto che quelli che oggi sono titolari delle più famose maisones toscane sono stati o genitori dei suoi alunni, o in alcuni casi suoi alunni.
Della partita c’è la figlia Valentina, oggi titolare di questa magnifica proprietà, che tra le tante incombenze fa la mamma di due piccoli terremoti, garantendo, sempre se lo vorranno, la continuità, e scusate se è poco.prodottisacchi.jpg
Una bella famiglia quella dei Bocelli, unita e ci si passi il termine, una famiglia all’antica, con valori solidi e la passione per fare olio extravergine di qualità superiore, a partire dall’oliveto che viene tenuto come fosse il giardino di casa e di cui il signor Bocelli conosce ogni pianta. I cultivar sono tipici della Toscana (moraiolo, leccino, frantoio, pendolino), i trattamenti nulli o quasi, grazie a rimedi naturali, frutto di una saggezza antica.
Noi il primo impatto con il loro olio lo abbiamo avuto attraverso dei cioccolatini con un ripieno di olio extravergine prodotto dai Bocelli. Autore Alessandro Bianco, probabilmente il cioccolatiere toscano più promettente.
Siamo alle spalle di Cecina, in quel di Bibbona, che come è noto è tra i terroir più vocati alla produzione di olio extravergine della costa toscana.
Sacchirotti, questo il toponimo della zona, da il nome alla proprietà dei Bocelli e di conseguenza ai loro olii.ulivisacchiotti.jpg
Certo c’è voluto del tempo, molto tempo, perchè questo sogno si realizzasse.
Decenni passati con un ruolo preminente nella grande distribuzione, questo il trascorso lavorativo del signor Orfeo, ma con un chiodo fisso, un traguardo da raggiungere a ogni costo: fare olio extravergine di qualità superiore.orfeo.jpg
Questa la fotografia della Sacchirotti, un’azienda che fa dell’understatement la sua cifra distintiva, al punto che per arrivare quassù, non bastano i navigatori, ne le mappe di Google, bisogna chiamare i Bocelli e farsi indicare la strada.
Anche questa una scelta che seleziona il visitatore, che deve metter lo stesso impegno per arrivare alla meta che i Bocelli mettono nel fare i loro prodotti.
Fondamentali sono le fasi di lavorazione: tra la raccolta che è rigorosamente manuale, viene fatta seguendo la maturazione ottimale delle olive che immediatamente vengono molite, per evitare muffe o fermentazioni.
Altrettanto importante è la conservazione che in questo caso avviene in una cantina che ha sbalzi di temperatura minimi, con una attenta e costante verifica dello stato di “salute” dei prodotti.
Gli Olii di Sacchirotti sono sostanzialmente di due tipologie: la prima, Sacchirotti, è quanto di meglio la tradizione toscana possa oggi proporre, la seconda, lattineok.gifChiusaccia è frutto di una ancor, se possibile, cura e il risultato è semplicemente da lasciarci a bocca aperta per lo stupore. Erano anni che sulla costa Toscana, non degustavamo un olio di questa qualità.
A conferma di quanto diciamo, abbiamo assistito a varie telefonate di produttori della zona che chiamano il signor Orfeo per avere consigli e indicazioni. Ci sarà pure un motivo, non credete?
Un consiglio ai lettori di Groane.it
Andare in questa azienda deve eser considerata una conquista, l’olio è poco e si corre il rischio che sia esaurito
Vi consigliamo, se usate l’olio in maniera costante, di comprarlo in lattina, il prodotto è lo stesso, ma si risparmia qualche Eurino.
Inoltre e cosa non da poco, c’è una carica di simpatia che si trova di rado e quella è gratis.
Se invece siete a Bolgheri, nella magica Bolgheri gli olii dei Bocelli li trovate presso LA MERENDA, Via Giulia, 8. tel.0565 762154, un indirizzo raccomandatissimo